Vi racconto come forgiamo i nostri grappoli

Vi racconto come forgiamo i nostri grappoli

lavorazione grappoli uvaCon circa 130 ettari di superficie dedicata alla coltivazione di uva da tavola, Fra.Va. srl, azienda ortofrutticola con sede a Rutigliano (BA), si sta confermando anche quest’anno uno dei principali punti di riferimento del settore nel sud-est barese.

In questa campagna, l’azienda si appresta a commercializzare 130.000 quintali di uva da tavola, selezionati per le principali catene della GDO.

Vito Valenzano, General Manager della Fra.Va. Srl, ci ha parlato dell’andamento di questa stagione e dei segreti per ottenere un prodotto al limite della perfezione, come quello dell’azienda pugliese.

Uva da tavola, la qualità parte dai campi. Che attenzione riserva Fra.Va. all’acinellatura e che risultati è possibile ottenere?

Così come per ogni passaggio della produzione di uva da tavola, dedichiamo la massima attenzione anche per la fase di diradamento grappoli uvaacinellatura. D’altronde per ottenere un prodotto di qualità è necessario curare ogni singolo dettaglio. L’acinellatura per l’uva con semi, e il diradamento, per l’uva senza semi, sono due operazioni che ci consentono di conformare i grappoli sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo.

L’uniformità del colore e della dimensione degli acini, ed un grado brix più alto sono tra le principali caratteristiche che queste operazioni ci consentono di ottenere.

Come si forgia un bel grappolo di uva?

Il segreto per conseguire un ottimo risultato, in qualsiasi lavoro, è la passione per quello che si fa. Nel nostro caso, la passione ci stimola a migliorare sempre più la produzione sfruttando esperienza, innovazione e ricerca. Per quanto riguarda l’uva da tavola, cerchiamo di strutturare nel migliore dei modi i grappoli sia manualmente, con attività come l’acinellatura ed il diradamento, sia attraverso interventi nutritivi sul frutto, che favoriscono il raggiungimento delle giuste proprietà del prodotto.

cassette uva con sfondo coltivazione

Entriamo nel vivo della campagna di quest’anno, quando si sono avuti i primi stacchi e cosa prevede il calendario delle vostre varietà?

Nell’arco di una stagione produciamo circa 20 varietà di uva tra uva bianca, nera e senza semi. Abbiamo aperto la raccolta ad inizio Luglio con le varietà Black Magic, Vittoria e Superior, proseguendo poi con la Palieri e la Luisa, la nostra uva a seme morbido. Da metà Agosto stiamo lavorando, invece, l’uva Italia, prodotto simbolo della nostra terra, e la Red Globe. Concluderemo l’annata con delle uve senza semi più tardive. Insomma, possiamo davvero dire di averne per tutti i gusti!

Che campagna di uva da tavola si prospetta?

coltivazione uva rossa frava

Ad essere sinceri l’inizio della stagione non è stato dei migliori. Abbiamo pagato un clima poco favorevole nel mese di Giugno ed una congiuntura economica, a livello generale, negativa. Il risultato è stato un rincaro su tutti i costi, sia relativi ai materiali che alle operazioni in campagna, ed un calo della domanda del 20% rispetto allo scorso anno.

Malgrado tutto, possiamo contare su un prodotto eccellente, molto dolce e con un grado brix elevato. Pertanto sono ottimista e prevedo una seconda parte di campagna molto positiva: abbiamo una buona quantità e qualità di varietà più tardive, che sono quindi destinate a presentarsi con un’ottima struttura.

 

Copyright 2018 Italiafruit News

Your email address will not be published. Required fields are marked *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

080 476 19 95 Scrivici

Sei interessato ai nostri
prodotti? CONTATTACI!

Right Menu Icon